Tag Archives: musica

30 years ago

6 Dic

Pink Floyd – the great gig in the sky

marty-feldman-comedian

Led Zeppelin – stairway to heaven

David Bowie – heroes

 

I won’t eat anything that has intelligent

life, but I’d gladly eat a network

executive or a politician.

(Marty Feldman)

Annunci

Avanzo di preghiera

22 Nov

Carico di allucinazioni

sull’altare delle mosche.

Caino scava la fossa

per la sua icona.

(Antonio Occulto)

***

Prayer’s snip

Loaded of hallucinations

on the Flies’ Altar.

Cain digs the grave

for his icon.

(translated by Antonio Occulto)

*

Francesco Viscuso -digital photo printed on paper

handworked with bitumen and varnish – 20,4 X 20,4 cm

***

Nick Cave – into my arms

***

Saramago + de Kooning

30 Ott

Se non ho altra voce per doppiare
in echi d’altri suoni il mio silenzio,
parlerò, parlerò, fino a scovare
la parola celata che mi esterni.

E la dirò, contratto, tra sterzate
di freccia che avvelena anche se stessa,
o alto mare ostruito di vascelli
dove il braccio annegato ci fa cenno.

E spingerò in fondo una radice
se la pietra perfetta la via sbarra
e lancerò in alto quanto dice
che é più albero il tronco che é più solo.

E lei dirà, parola ora scoperta,
tutti i detti del vivere consueto:
quest’ora che sconforta e che conforta,
il non vedere, il non avere, il quasi essere.

***

If I have no other voice that doubles me,
This silence of echoes of other sounds,
It is to speak, speak again, until I flay
The hidden speech of what I believe.

It is, shattered, the said between detours
From the arrow that has poisoned itself,
Or a high sea coagulated with ships
Where the drowned arm beckons us.

It’s to force a root to its base
When the rigid stone cuts off the way,
It’s to hurl all that one says
Because the more a tree is a stump—the more lonely.

It will tell, its words discovered,
Tales of the habit of living,
This hour that tightens and loosens,
The not seen, the not had, the almost being.

Willem de Kooning

Paatos – Gasoline

Agata

22 Ott

The Cure – the love cats

Elton John – Honky Cat

Fred Penner – the cat came back

photos by  ©Antonio Occulto

Call me on the road

9 Set

God’s Away On Business

12 Lug

I’d sell your heart to the junkman baby
For a buck, for a buck
If you’re looking for someone
To pull you out of that ditch
You’re out of luck, you’re out of luck

The ship is sinking
The ship is sinking
The ship is sinking
There’s leak, there’s leak,
In the boiler room
The poor, the lame, the blind
Who are the ones that we kept in charge?
Killers, thieves, and lawyers

God’s away, God’s away,
God’s away on Business. Business.
God’s away, God’s away,
God’s away on Business. Business.

Digging up the dead with
A shovel and a pick
It’s a job, it’s a job
Bloody moon rising with
A plague and a flood
Jain the mob, jain the mob
It’s all over, it’s all over, it’s all over
There’s a lick, there’s a lick,
In the boiler room
The poor, the lame, the blind
Who are the ones that we kept in charge?
Killers, thieves, and lawyers
God’s away, God’s away, God’s away
On Business. Business.
God’s away, God’s away,
On Business. Business.

Goddamn ther’s always such
A big temptation
To be good, To be good
Tere’s always free cheddar in
A mousetrap, baby
It’s a deal, it’s a deal
God’s away, God’s away, God’s away
On Business. Business.
God’s away, God’s away, God’s away
On Business. Business.
I narrow my eyes like a coin slot baby,
Let her ring, let her ring
God’s away, God’s away,
God’s away on Business.
Business…

Traduzione (non è mia)

Venderei il tuo cuore al robivecchi baby per un dollaro, per un dollaro

Se cerchi qualcuno che ti tiri fuori da quel fango caschi male, caschi male

La nave affonda già

(…)

C’è una falla, c’è una falla nella sala delle caldaie

Poveri, storpi, ciechi

E a chi ci siamo affidati?

Assassini, ladri e avvocati

Dio è in viaggio, Dio è in viaggio

Dio è in viaggio d’affari. Affari.

(…)

Dissotterrare i morti con pala e piccone

è un lavoro, è un lavoro

Sorge una luna color sangue: sciagure e alluvioni

Entra nella squadra, entra nella squadra

E’ tutto finito, è tutto finito, è tutto finito

C’è una falla, c’è una falla nella sala delle caldaie

Poveri, storpi, ciechi

E a chi ci siamo affidati?

Assassini, ladri e avvocati

Dio è in viaggio, Dio è in viaggio

Dio è in viaggio d’affari. Affari.

(…)

Santo Dio c’è sempre questa gran tentazione

Essere buoni, essere buoni

C’è sempre tanto formaggio gratis nella trappola dei topi

E’ un contratto, è un contratto

Dio è in viaggio, Dio è in viaggio

Dio è in viaggio d’affari. Affari.

Stringo gli occhi come fessure per le monete

Lasciala bussare, lasciala bussare

Dio è in viaggio, Dio è in viaggio

Dio è in viaggio d’affari. Affari…

L’apparenza (Panella/Battisti)

7 Lug

Quindi facendo finta
che non sai parlare
ti metti un dito in bocca, l’anulare.
Dirigi una quinta qualsiasi
sposti tre vasi come le tre carte
mi metti a parte di una confidenza
senza vocali e senza consonanti
tiri con gli occhi chiusi sull’atlante
l’indice come un pulsante
accende una nazione in cui mi sa
che a quest’ora è notte piena o molto nuvoloso
pieghi la schiena
cali il tuo sipario di capelli
sopra l’armamentario voluttuario
quindi ti sollevi in mulinelli
dall’indaco e il blu di Prussia profondissimi.
Ti rilassi bussando
tristemente assorta sopra una porta
che non c’è per niente la spingi che era aperta
mi racconti come un capogiro
i fatti i posti pieni di respiro
mi presenti un regalo
ed attraverso ci vedo
le tue mani contenenti
lo scarti prima sciogli
questi fiocchetti inestricabili
ti imbrogli e fai cadere e credere
in un danno incalcolabile e l’aria vulnerabile raccogli
incolli l’invisibile
e d’improvviso scrolli in gocce questa scena
fai la feroce coi baffi che non hai da puma
sulle guance gonfiate fai la precoce.
Che scarica un gran volume
d’indolenza incendiaria
quindi sei l’avversaria di un arioso colosso pugilatore
poi mormori indecenze
senza parole a un confessore
lo respingi in sequenza d’inseguimento
infili il balcone ti scansi di lato
fai la ricognizione
se ha fatto centro il precipitato.
Rientri con cavalli fragorosi e salti di delfini
tra marosi.


Wild About you baby

6 Giu

‘The Genius’ by Leonard Cohen

12 Gen

Il genio

Per te sarò un ebreo del ghetto
e ballerò
e mi infilerò calze bianche
sulle gambe deformi
e avvelenerò pozzi
in tutta la città

Per te
sarò un’ebreo apostata
e dirò al prete spagnolo
del giuramento di sangue
del Talmud
e dove sono nascoste
le ossa del bambino

Per te
sarò un ebreo banchiere
e manderò in rovina
un antico e borioso re cacciatore
e metterò fine alla sua stirpe

Per te
sarò un ebreo di Brodway
e piangerò nei teatri
invocando mia madre
e venderò beni d’occasione
sottobanco

Per te
sarò un ebreo medico
e cercherò in tutti i cassonetti
prepuzi
da ricucire

Per te
sarò un ebreo di Dachau
e giacerò nella calce
con gambe deformi
e un dolore così gonfio
che nessuna mente potrà comprendere

***

the genius

For you
I will be a ghetto jew
and dance
and put white stockings
on my twisted limbs
and poison wells
across the town

For you
I will be an apostate jew
and tell the Spanish priest
of the blood vow
in the Talmud
and where the bones
of the child are hid

For you
I will be a banker jew
and bring to ruin
a proud old hunting king
and end his line

For you
I will be a Broadway jew
and cry in theatres
for my mother
and sell bargain goods
beneath the counter

For you
I will be a doctor jew
and search
in all the garbage cans
for foreskins
to sew back again

For you
I will be a Dachau jew
and lie down in lime
with twisted limbs
and bloated pain
no mind can understand

Goin’ Out West

14 Dic
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: