Tag Archives: letteratura russa

L’ESPLORATORE POLARE di Joseph Brodsky

3 Gen


Mangiati tutti i cani. Non un foglio

bianco è rimasto nel diario. Il filo

delle parole copre il ritratto della moglie,

e sulla guancia imprime il neo di una data sospetta.

Altra foto: la sorella. Non la risparmia: c’è

da registrare lo spazio conquistato.

E la cancrena, annerendosi, si avvolge fino all’anca

come la calza di una donnina del variété.

Brodsky’s typewriter, currently housed in the Anna Akhmatova Museum, in St. Petersberg, Russia.

A Polar Explorer

All the huskies are eaten. There is no space
left in the diary, And the beads of quick
words scatter over his spouse’s sepia-shaded face
adding the date in question like a mole to her lovely cheek.
Next, the snapshot of his sister. He doesn’t spare his kin:
what’s been reached is the highest possible latitude!
And, like the silk stocking of a burlesque half-nude
queen, it climbs up his thigh: gangrene.

Annunci

Una voce dimenticata

11 Set

Marina Cvetaeva (pronuncia Svetàieva, 1892-1941): poetessa e scrittrice russa.

Versi del 12 luglio 1914

Non penso, non mi lagno, non discuto –

non dormo.

Non voglio né sole, né luna, non saluto

il giorno.

Non sento l’afa tra le quattro mura –

il vento.

Il dono atteso tanto tempo

lo rifiuto.

Non mi rallegra il mattino, né la fuga

sonora dei tranvai.

Vivo cieca al giorno, ignoro l’ora

e il secolo.

Funambola su una corda incrinata.

Ombra dell’ombra

di qualcuno. Sonnambula

di due scure lune.

(Il paese dell’anima – Lettere 1909-1925 – ed. Adelphi)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: