Il matto o il capolavoro inutile

12 Mar

Il matto viene prima dello scrittore, dell’astrologo, dell’alchimista; in qualche modo, è la figura archetipa, l’esempio che costoro imitano.
È ovvio che non si valuta un matto: non si dice “costui è un matto bravo”, non ci sono matti migliori di altri; un matto è un capolavoro inutile, e non c’è altro da dire.

                                                                                                            Giorgio Manganelli
Annunci

2 Risposte to “Il matto o il capolavoro inutile”

  1. lolweltschmerz marzo 14, 2012 a 1:26 pm #

    Such a beautiful and intelligent mess! This picture is amazing, reminds me of my grandfather’s desk. I was never allowed to touch anything in his absence, but when he was there, it was such a joy to browse through his books and papers along with him.

    • occultoantonio marzo 14, 2012 a 4:49 pm #

      I understand you, really. My grandfather had a desk just like this with countless books. But i read his books when he wasn’t at home, secretly and once i hid under the desk. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: