Stralcio ferroviario

26 Ott

Il mondo ferroviario offre infiniti aspetti, ma in filigrana, nella più buia araldica, resta sempre l’immagine dei vagoni blindati. Non c’è treno che prima o poi, sia pure per un istante, non ricordi i suoi mostruosi simili. Anche in questo senso, i lager sono stati dei capolinea, non tanto perché le rotaie  si arrestavano contro un blocco di cemento e due respingenti, quanto perché il loro mattatoio era un “Finis Terrae”.

In effetti, tutti noi continuiamo a viaggiare come se, da un momento all’altro, dovessimo venire deportati. Siamo tutti scampati a quel passato, sopravvissuti, ma ben consci che i suoi convogli potrebbero tornare a riempirsi di una folla diretta all’ultimo Terminal. Il fatto stesso d’aver conosciuto quella pagina di storia, ci iscrive di diritto nella lista dei suoi possibili interpreti. Siamo bestiame, bestie potenziali di un potenziale luogo di sterminio.

[Valerio MagrelliLa vicevita – 2009]

Annunci

Una Risposta to “Stralcio ferroviario”

  1. occulto salvatore ottobre 27, 2011 a 3:33 pm #

    nel corso degli anni quel luogo di sterminio si è evoluto ….siamo rimasti bestiame con l’unica differenza della nullità di una presa di coscienza… sia essa collettiva che individuale….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: