La filosofia di Watkins il Vagabondo

2 Ott

Sono stato sgridato, sballottato, ostacolato, vilipeso, appeso, maciullato, sgarrato, schiacciato, ingannato, strizzato e derubato; tartassato da tasse di guerra, tasse sui profitti, tasse sulle vendite, tasse sui cani, dai tassi d’interesse e dalla sintassi, oppresso dalle obbligazioni del Tesoro, dai doveri filiali, dai vincoli matrimoniali, dalla Croce Rossa, dalla Croce Blu e da crociati fasulli di tutte le risme; mi sono ammazzato di lavoro, ho ammazzato gli altri di lavoro, mi sono ubriacato e ho ubriacato gli altri, ho perduto tutti i miei averi, e ora, per non aver voglia di prestare o dilapidare quel poco che guadagno o riesco a elemosinare, a farmi prestare e a rubare, vengo maledetto, incriminato, boicottato, rimproverato, chiacchierato, abbindolato, frainteso, calpestato, represso, rapinato e ridotto praticamente in rovina. C’è un unico e solo motivo per cui tiro avanti: sono proprio curioso di vedere

CHE COSA DIAVOLO SUCCEDERA’ ANCORA.

[Strade blu di William Least Heat-Moon]

[il testo originale del brano Death Letter Blues di Son House]

(a Walter o mio fratello)

Annunci

Una Risposta to “La filosofia di Watkins il Vagabondo”

  1. occultowalter ottobre 3, 2011 a 9:51 pm #

    …………………..Grazie……………………..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: