Una voce dimenticata

11 Set

Marina Cvetaeva (pronuncia Svetàieva, 1892-1941): poetessa e scrittrice russa.

Versi del 12 luglio 1914

Non penso, non mi lagno, non discuto –

non dormo.

Non voglio né sole, né luna, non saluto

il giorno.

Non sento l’afa tra le quattro mura –

il vento.

Il dono atteso tanto tempo

lo rifiuto.

Non mi rallegra il mattino, né la fuga

sonora dei tranvai.

Vivo cieca al giorno, ignoro l’ora

e il secolo.

Funambola su una corda incrinata.

Ombra dell’ombra

di qualcuno. Sonnambula

di due scure lune.

(Il paese dell’anima – Lettere 1909-1925 – ed. Adelphi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: