Charles Simic, american “minimal” poetry

24 Ago

Tra i testi pubblicati del poeta serbo-americano Charles Simic sono rimasto estasiato da un libro che parla di un artista americano particolarissimo: Il cacciatore di immagini. L’arte di Joseph Cornell. E propongo un paragrafo brevissimo ma, a mio giudizio, delizioso.

La luna è l’assistente dello stregone

All’alzarsi del sipario si vede una foresta di alberi alti, fantastici. E’ notte. La luna è per metà nascosta dalle nubi. Una bruma azzurrina va errando tra gli alberi. La foresta è il luogo in cui vive tutto ciò che il tuo cuore desidera e teme.

“Azzurro è il colore dei tuoi capelli gialli” diceva Schwitters. Camminando in una foresta vicino ad Hannover egli trovò la metà di una locomotiva giocattolo che poi usò per uno dei suoi collage. La bellezza è, più o meno, l’improbabile che improvvisamente s’avvera.

La grande ballerina Emma Livry, per esempio, protégée di Taglioni, morì tra le fiamme mentre danzava nel ruolo di una farfalla notturna.

***

Note

Kurt Schwitters, artista tedesco morto nel 1948, vicino alle correnti del surrealismo e del dadaismo.

Maria Taglioni è stata la prima grande ballerina romantica. E’ nata a Stoccolma nel 1804, morì a Marsiglia, in miseria, nel 1884.

Joseph Cornell (1903-1972), assemblava oggetti (presi dal robivecchi o trovati per caso in una via tra i rifiuti) dentro scatole di legno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: